Home

Nacque a Squillace il 9 luglio del 1809. Patriota italiano. Avverso al regime borbonico, fu imprigionato nel 1844 per aver partecipato al moto di Cosenza; riuscì tuttavia a fuggire a Parigi. Unitosi nel 1848 alle truppe del generale Pepe, fu nominato commissario civile per l'Alta Italia. La difesa di Venezia gli fece guadagnare i gradi di colonnello. Nel 1860 prese parte alla spedizione dei Mille; nel 1862 fu prefetto di Bari e successivamente nel 1868 fu promosso Maggiore Generale dell'Esercito. Più volte deputato della Destra, nel 1873 fu nominato senatore. Morì a Roma il 27 febbraio del 1894."