index


UNA TARI PIU' LEGGERA !

I risparmi relativi al triennio 2014-2016 per la tassa rifiuti (Tari) di circa 110 mila euro, accantonati nel bilancio consuntivo 2017, saranno scontati con il nuovo piano finanziario 2019. Lo ha reso noto il commissario straordinario del Comune di Squillace, Giuseppe Belpanno. «Abbiamo verificato dalla documentazione visionata – ha riferito a “Gazzetta” il funzionario prefettizio - che risulta un maggiore importo richiesto ai cittadini per la Tari di 110.851 euro. Con il piano Tari 2019, i cittadini si troveranno un risparmio di circa il 20% sulla bolletta». Belpanno, che ha nominato la segretaria comunale Giuseppina Ferrucci responsabile dell’ufficio tecnico comunale, ha anche annunciato che quanto prima sarà portata a termine la gara per l’affidamento del servizio di raccolta dei rifiuti, attualmente svolto in regime di proroga. Dalla centrale di committenza di Napoli si attendono le relative buste; poi sarà nominata la commissione che espleterà la gara. Anche per quanto riguarda i depuratori, a breve sarà affidata la gestione alla ditta che si è aggiudicata l’appalto. Novità in arrivo anche per il cimitero. C’è, infatti, la necessità di reperire loculi, in quanto non c’è più spazio. Il commissario sta lavorando con i tecnici per reperire un’area in cui realizzare degli ossari, dove saranno trasferiti i resti dei defunti attualmente inumati nel camposanto. In quest’ultima area saranno, quindi, sepolte le salme che saranno estumulate dai loculi. L’operazione consentirà di recuperare almeno una cinquantina di posti. Per la prevenzione delle esondazioni e degli allagamenti nel quartiere di Squillace Marina, sono stati disposti i lavori di pulizia del canalone che costeggia la ferrovia, mentre tramite il consorzio di bonifica si interverrà in un’altra zona a rischio. Prevista anche la sistemazione del muro pericolante a ridosso delle case popolari di viale Fuori Le Porte. Per quanto riguarda la scuola, il commissario rassicura studenti e genitori che lo scuolabus sarà garantito da ottobre, mentre sono in atto interventi di manutenzione in tutti gli edifici scolastici di competenza comunale. E’ in atto, infine, la firma della convenzione con il “Dipartimento Casa Italia” della presidenza del Consiglio dei ministri in merito al finanziamento di circa 140 mila euro per l’intervento di verifica di vulnerabilità sismica e di progettazione dell’adeguamento sismico dell’edificio scolastico di via Assanti.

Salvatore Taverniti


UN PROGETTO SERIO !

Il nostro è un progetto serio, teso al dialogo con la parte sana della comunità». Lo ha affermato il già vicesindaco Luca Occhionorelli, presentando, in vista delle elezioni amministrative di primavera, il nuovo soggetto “Squillace 2.0”, nel corso di un incontro promosso per l’avvio di un laboratorio, aperto soprattutto ai giovani, finalizzato alla costruzione di un progetto moderno e condiviso per la rinascita di Squillace. Noi puntiamo – ha aggiunto – al recupero dell’intera collettività, che deve essere coinvolta attivamente alla stesura delle linee programmatiche. Bisogna finirla con le riunioni ristrette, con le tecniche del passato per la candidatura delle persone. Il corpo progettuale deve essere costituito dalle idee della gente. C’è bisogno di un sindaco che sia la sintesi delle idee del progetto. Pur non candidandomi, metto a disposizione la mia esperienza. Penso ad amministratori che producano relazioni trimestrali sull’azione svolta». Dopo aver sollevato dure critiche nei confronti delle due giunte Muccari, Occhionorelli ha concluso che «occorre resettare il comune». Tra i promotori, Patrizio Carito, secondo cui anche l’amministrazione della comunità locale deve essere permeata dall’utilizzo delle nuove tecnologie, ha chiarito che il progetto prevede incubatori di idee, interazione con i dipendenti della casa comunale in modo fattivo, sostegno agli artigiani e ai piccoli imprenditori, e tanti altri punti che nei prossimi incontri saranno snocciolati dai cittadini. E per Barbara Pasqua, occorre far tornare Squillace al centro del comprensorio. Ciò si fa – ha rimarcato - lavorando tutti insieme, centro storico e marina, con il coinvolgimento dei giovani. C’è voglia di rivoluzione e di cambiamento: le energie ci sono per progettare e costruire». L’ex amministratore Franco Scicchitano si è detto disponibile a sostenere il nuovo progetto, tenendo presente che si dovrà amministrare un comune con ben due milioni di euro di sofferenze per tributi non riscossi. L’ex assessore Mimmo Facciolo, dopo aver criticato l’ex sindaco Pasquale Muccari per aver dichiarato il dissesto, ha affermato che il nuovo soggetto “Squillace 2.0” si propone con idee innovative e condivise con tutti per creare una nuova classe dirigente.
Salvatore Taverniti


LA REPLICA DELL'EX SINDACO MUCCARI !

Non è tardata ad arrivare la replica dell’ex sindaco di Squillace Pasquale Muccari dopo le dichiarazioni del commissario prefettizio Giuseppe Belpanno sulla tassa rifiuti che sarà applicata nel 2019 agli utenti squillacesi e su una serie di altri interventi pubblici che saranno messi in campo dalla stessa amministrazione commissariale. Per Muccari, «il commissario apparecchia la tavola con le delizie della mia dispensa». In merito al risparmio del 20% di cui i cittadini beneficeranno sulla tassa rifiuti, secondo l’ex sindaco la riduzione potrebbe essere possibile perché la sua amministrazione ha accantonato la somma di 110 mila euro, «che non riguarda maggiori importi richiesti ai cittadini, ma si tratta di un risparmio prodotto dalla mia gestione del servizio di raccolta dei rifiuti». Per Muccari, il commissario non deve emulare la politica pentastellata delle promesse, perché prima di effettuare l’operazione bisogna confrontarsi con l’ufficio di ragioneria che dovrà provvedere alla riscossione di tutti i residui attivi. Riguardo poi all’imminente intervento di edilizia cimiteriale annunciato, sempre secondo Muccari, il commissario non specifica che questo sarà possibile grazie ai 140 mila euro iscritti in bilancio, dall’amministrazione comunale in carica prima del commissariamento, per l'avvio delle opere di urbanizzazione del nuovo cimitero. «Ricordo, però, che prima di attivare questa spesa – sottolinea l’ex sindaco - si dovrà approvare il mio progetto preliminare e successivamente dare incarico per la definizione di quello esecutivo.  E la cosa non sarà di pochi giorni». Muccari, infine, ricorda al commissario che i cittadini chiedono interventi che possano assicurare servizi ordinari, «perché ad oggi ha solo prodotto atti da me istruiti. Per il resto solo paralisi: scuolabus nella frazione “Fiasco Baldaya”, che a tutt'oggi non è marciante, interventi sulla rete idrica e riparazione di diverse perdite sparse su tutto il territorio comunale».
Salvatore Taverniti